Home Notizie La zampa trovata non è del chihuahua rapito dal gabbiano

La zampa trovata non è del chihuahua rapito dal gabbiano

Buone notizie, oggi il veterinario ha fornito le informazioni tanto attese riguardo l’osso di una zampa ritrovato sul tetto di una palazzina, rifugio del gabbiano ribattezzato “PSYCHO” per la sua indole cannibale.
Forse c’è ancora speranza per il piccolo Gizmo, un dolce chihuahua color cioccolato di circa 6 anni che qualche giorno fa è stato catturato e portato via in volo da un gabbiano mentre riposava nel giardino di casa a Devon in Gran Bretagna (clicca qui per leggere la storia di Gizmo e del gabbiano).

La zampa ritrovata qualche giorno fa da una donna, infatti, appartiene ad un coniglio. Questo è il risultato delle analisi effettuate da Hayley Pfeffer, il veterinario che ha esaminato l’osso. Come riporta il Sun non è la zampa di un cane, le unghie sono di un coniglio e sono presenti dei peli nei punti in cui il cane ha invece i cuscinetti.

Nel Regno Unito (ma anche in Italia stanno diventando pericolosi) i gabbiani sono una minaccia attaccando le persone e gli animali, per questo John Woodcock, parlamentare britannico, nel tentativo di ridurre il numero, ha proposto di dare ai volatili dei mangimi che contengano contraccettivi. “Da anni il problema dei gabbiani è una minaccia, mettere contraccettivi nel mangime in alcune zone si è rivelato efficace, un’alternativa è sostituire le uova vere con quelle finte.”

Woodcock intende eliminare le lungaggini burocratiche: “Lasciate che le comunità locali prendano provvedimenti contro queste grasse canaglie aggressive che fanno irruzione, riducono uno schifo le auto, rubano il cibo dalle mani e terrorizzano gli animali domestici.”

Nessun commento