Allevamenti chihuahua riconosciuti ENCI-FCI e amatoriali

In questa sezione vi verranno segnalati tutti gli allevamenti in Italia della razza Chihuahua divisi per regione.
Hai un allevamento? Se vuoi che il tuo allevamento venga inserito nella nostra directory, devi inserire questo banner nella homepage del tuo sito e completare il form sottostante.

Puoi scegliere una immagine di copertina per il tuo allevamento, ad esempio una foto con i tuoi esemplari (possibilmente orizzontale e in alta risoluzione).

Chihuahua Friends declina ogni responsabilità riguardo la regolarità e l’affidabilità degli allevamenti.

Consigli a chiunque decida di rivolgersi ad un allevamento o ad un privato per l’acquisto di un cucciolo:

  • vedere i genitori del cucciolo
  • vedere i pedigree dei genitori e assicurarsi che non abbiamo problemi di salute
  • pedigree del cucciolo (che non sia opzionale, ma un documento obbligatorio da consegnare col cucciolo senza aumentare il prezzo pattuito)
  • microchip con foglio di intestazione del cane all’anagrafe canina e libretto vaccinazioni (il cucciolo deve aver fatto le due vaccinazioni obbligatorie, oltre alla sverminazione)
  • il cucciolo vi venga consegnato all’età minima di 2 mesi e mezzo (75 giorni)
  • ricevuta del prezzo pagato del cucciolo

Consigliamo inoltre di prediligere coloro che rispettino i seguenti punti:

  1. il sito dell’allevamento dev’essere il più completo possibile, con foto dell’ambiente dove i cani nascono, crescono e vivono, le foto di stalloni e fattrici, cuccioli disponibili.
  2. avere un numero contenuto di cani (fattrici e stalloni), che normalmente possa essere gestito (ad esempio non 100 cani come qualche allevamento tiene).
  3. viste le tempistiche ENCI è normale che il pedigree possa arrivare dopo qualche mese, ma il cucciolo di chihuahua deve avere il pedigree. 
  4. l’allevatore dev’essere disponibile ed educato con tutti coloro che vogliono avere informazioni su un possibile cucciolo, e anzi deve dare le giuste informazioni che il cliente si aspetta di ricevere (e non dobbiamo essere sempre e solo noi del forum a dare queste informazioni, sarebbe ora che l’allevatore lo facesse).
  5. l’allevatore non deve avere sempre cuccioli disponibili, ma fare qualche cucciolata all’anno. Il fatto di avere sempre cuccioli disponibili sospetta che possa prenderli da altre “fonti”.
  6. non vendere cani sottopeso perchè di moda e perchè la gente lo vuole piccolo: lo standard impone un peso minimo di 1,5kg che dev’essere rispettato per la maggior parte dei cuccioli.
  7. viste alcune esperienze poco piacevoli, l’allevatore deve preoccuparsi di far fare ai propri stalloni e fattrici tutti i controlli veterinari per assicurarsi che non ci siano tare genetiche e malattie ereditarie. Nel caso dovrebbe evitare l’accoppiamento.

POTETE RICHIEDERE QUALSIASI INFORMAZIONE RIGUARDO GLI ALLEVAMENTI RICONOSCIUTI AGLI ENTI DELLA CINOFILIA ENCI E FCI

www.enci.it – www.fci.be

Commenti