Traffico illegale di chihuahua a Pisa

Un carico di cuccioli in arrivo dall’Ungheria è stato tempestivamente bloccato dal Corpo Forestale, erano destinati alla vendita tramite annunci sul web.
Denunciata la donna, un’ungherese residente da anni in Italia, che per non destare sospetti, inseriva annunci su internet per la vendita da cinque a sette cuccioli di chihuahua a basso prezzo, ingannando il cliente che i cuccioli potessero provenire da una cucciolata invece che provenire da un traffico illegale. Dopo averli venduti, i nuovi annunci venivano rinnovati ogni 45-60 giorni.
Il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Pisa, diretto da Davide Ciccarelli, ha deciso di controllare gli annunci, scoprendo che provenivano dalla stessa utenza telefonica. Così sono partite le indagini: mesi di appostamenti hanno permesso di scoprire che lo scambio avveniva poco oltre il confine con la Slovenia con viaggi effettuati dalla donna in una sola giornata. I cuccioli di poche settimane di vita, venivano prematuramente staccati dalla madre e costretti ad un lungo viaggio per raggiungere l’Italia e più precisamente Pisa, città in cui la trafficante commercia i cuccioli.

Dopo mesi di indagini, gli uomini del Nucleo Investigativo e del Comando Stazione forestale di Pisa, hanno aspettato la donna proprio sotto la sua abitazione e hanno sequestrato i cagnolini.
I veterinari che hanno visitato i cuccioli, hanno scoperto che la loro l’età era stata falsificata sui passaporti: non oltre otto settimane di vita.
Le indagini sono ancora in corso e finora le ipotesi di reato vanno dal traffico internazionale di cuccioli al maltrattamento, detenzione in condizioni non idonee, falso in atto pubblico. Tutti i cuccioli, che presentavano segni di stress e affaticamento ed uno di loro era in condizioni critiche, sono stati affidati ad un’associazione che provvederà per le adozioni.

Fonte: Corriere Fiorentino

Dal 2007 il primo sito italiano dedicato al chihuahua.

Email: info@chihuahuafriends.it

Newsletter

Pagamenti accettati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: