Peta ha rapito e ucciso il nostro chihuahua

Una famiglia americana accusa la Peta, un’organizzazione no-profit americana a sostegno dei diritti animali, di aver rapito e ucciso il proprio chihuahua.
La chihuahua di nome Maya, si trovava nel giardino della villetta a Parksley in Virginia, e ad un certo punto è scomparsa. La famiglia racconta che 3 giorni dopo il rapimento due persone si sono presentate alla porta della loro casa annunciando la morte di Maya e offrendo loro un cesto di frutta. Questa la dichiarazione della famiglia: “gli animalisti della Peta hanno rapito il nostro Chihuahua e lo hanno ucciso. Poi si sono scusati offrendoci un cesto di frutta”.
La Peta non ha rilasciato dichiarazioni a riguardo, ma sul loro sito si può leggere quanto segue: “Se una famiglia è troppo povera per pagare cure veterinarie e lascia che il suo animale domestico si ammali, la Peta li aiuta. Quando un cane aggressivo e maltrattato viene lasciato a morire di fame attaccato ad una catena, con un collare che cresce nel suo collo e il corpo mangiato dalla rogna, Peta gli risparmia una morte lenta e miserabile nel cortile di qualcuno”.

Commenti