Il fai da te della cucciolata fatta in casa

Nel corso degli articoli precedenti, abbiamo evidenziato l’importanza che riveste la scelta del luogo di provenienza del cucciolo, valutando con attenzione i pro e contro delle varie soluzioni.

Nello svolgimento della mia professione, mi capita spesso di imbattermi in proprietari, che cercano una partner per il proprio chihuahua, pensando di concedergli questa “soddisfazione” almeno una volta nella vita. Altri ancora credono che una gravidanza, risolverà miracolosamente il problema delle gravidanze isteriche (pseudogravidanze), o più semplicemente desiderano vivere l’emozione della nascita in casa propria pensando che, trattandosi di un evento naturale, possa farlo chiunque.

Ma siamo proprio sicuri che sia così? Facciamo un po’ di chiarezza:

  1. Il parto, sebbene sia un evento naturale, può dar luogo a complicazioni e spesso nei chihuahua si rende necessario un cesareo. Ma anche se tutto fila liscio, non sempre la cagna alla prima esperienza, riesce a fare tutto da sola e mentre un allevatore preparato, è in grado di aiutarla e valutare se c’è qualche problema, il proprietario non sempre lo è. Inutile dire che in questo caso le conseguenze posso essere addirittura fatali anche per la madre. 
  2. Allevare una cucciolata è un grosso impegno. Durante le prime due settimane di vita di solito la cagna, dopo aver allattato, stimola con la lingua il perineo dei propri cuccioli, che alla nascita sono incapaci di eliminare pipi e popò autonomamente. Se la madre non è in grado di farlo, toccherà al proprietario stimolare il perineo dei cuccioli, dopo ogni pasto (ovvero ogni 2/3 ore), con un dischetto di cotone inumidito. 
  3. Al termine di questo periodo, i piccoli inizieranno ad essere indipendenti e a quel punto, oltre all’atmosfera gioiosa e all’osservazione contemplativa dei cuccioli, il proprietario si troverà a pulire le deiezioni che i cuccioli faranno a un ritmo quasi continuo, mentre la madre inizierà gradatamente a ricavarsi degli spazi per sé. 
  4. Allevare una cucciolata è costoso! Vediamo insieme quali potrebbero essere i principali costi:PER LA MADRE
    – Esami per la prevenzione delle patologie genetiche
    – Alimentazione di prima qualità e in quantità adeguata, per garantire la produzione di latte.
    – Eventuali integratori e vitamine
    – Spese mediche: ecografia a 25 gg – rx dopo il 50° giorno di gravidanza – eventuale cesareo – eco post parto

    PER I CUCCIOLI
    – Mangime per svezzamento
    – Sverminazione
    – Vaccinazioni
    – Iscrizione all’Enci
    – Microchip

  5. E per finire, il proprietario dovrà trovare una sistemazione adeguata ad ogni cucciolo, cosa tutt’altro che facile se si desidera tutto il bene possibile per i propri “figliocci”.

Detto questo, se nonostante tutto, siete sempre dell’idea di vivere questa magica esperienza, vi aspetto la prossima settimana con l’articolo: Un chihuahua in famiglia: come prepararsi adeguatamente all’arrivo dei cuccioli!

Carla Barbetta
Centro Cinofilo Canta Alla Luna

Commenti