Home Educazione Pipì e popò in casa: le altre cause

Pipì e popò in casa: le altre cause

0
3

Anche questa settimana si parla di… pipi!!!! Giuro però che è l’ultima volta, anche perché a questo punto sarete diventati degli esperti in grado di comprendere: “Quale tipo di problema ha il vostro cane, se fa pipi in casa nonostante i due mesi li abbia passati da un pezzo?”

Dovendo riassumere, a beneficio di chi mi legge per la prima volta, negli articoli precedenti abbiamo visto che…

  • La prima cosa da fare è accertarsi che il cane non abbia problemi di salute.
  • Rivedere le modalità con cui il cane è stato educato e assicurarsi che faccia uscite regolari.
  • Eliminare definitivamente la traversina, che non solo confonde il cane, ma non può e non deve sostituirsi a una sana passeggiata.
  • Farsi aiutare da un bravo Educatore, che riveda l’aspetto educativo e lo imposti correttamente, così da prevenire e risolvere i problemi legati all’ansia, in tutte le sue manifestazioni.

Detto questo, possiamo proseguire con…

Quando pipì e popò sono dovute a paura
Nel cane la paura può provocare una contrazione riflessa dei muscoli della vescica e del colon. In questo caso le eliminazioni inappropriate sono solo una delle manifestazioni dello stato emotivo del cane e si associano a:

  • Tachipnea (respiro accelerato)
  • Tachicardia (alterazione del ritmo cardiaco)
  • Midriasi (pupille dilatate)
  • Pilo erezione
  • Tremori
  • Scialorrea (salivazione eccessiva)
  • Contrazioni muscolari

I rimedi sono direttamente collegati al trattamento della paura; se possibile, occorre evitare tutti gli stimoli e le situazioni scatenanti e rivolgersi a un terapeuta.

Quando la pipì in casa equivale a una richiesta di attenzioni
I cani imparano molto in fretta che, se non ottengono l’attenzione desiderata con comportamenti positivi e tranquilli, possono ottenerla con comportamenti inadeguati. In alcuni cani, riescono addirittura a indurre il proprietario a portarli fuori in tutta fretta, semplicemente atteggiandosi a urinare in casa. Chiaramente il cane utilizzerà questo stratagemma solo in presenza del proprietario che, una volta soddisfatta la richiesta del cane, si renderà conto che questi con ogni probabilità, non doveva neppure fare pipì. In questo caso, può essere di aiuto aumentare il numero delle uscite e il tempo da dedicare alle stesse, ricordando che le passeggiate non rappresentano solo un modo per soddisfare i bisogni fisiologici e di movimento del cane, ma svolgono un ruolo sociale fondamentale per il suo equilibrio psicofisico.

Quando il cane è anziano
Le femmine che sono state sterilizzate in età avanzata e i cani anziani, possono perdere parte delle urine mentre dormono o si rilassano. In questo caso è bene far sì che il cane svuoti la vescica il più frequentemente possibile e rivolgersi al proprio veterinario che valuterà se è il caso di intraprendere una terapia.

Carla Barbetta
Centro Cinofilo Canta Alla Luna

Nessun commento

Commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: